“Maggiorenni si diventa” – II edizione

Al via la II edizione dei laboratori gratuiti per “care leavers” promossi dalla sezione riminese di Agevolando: “Maggiorenni si diventa”.

Primo appuntamento: venerdì 18 novembre dalle 17 alle 19
“Vado a vivere da solo!”
Laboratorio di 1°livello sull’abitare con NICOLETTA MAZZOTTI, agente immobiliare ed esperta di progettazione sociale

Secondo appuntamento: venerdì 16 dicembre dalle 17 alle 19
“Sono Stato io. Cittadinanza attiva contro le mafie”
Laboratorio sulla partecipazione e la legalità con GAIA TRUNFIO, referente dell’associazione “Libera” – sede di Rimini

Entrambi i laboratori si svolgeranno al Centro Giovani “RM25” (Corso d’Augusto 241 Rimini) e si rivolgono a ragazzi e ragazze tra i 16 e i 26 anni che vivono o hanno vissuto “fuori famiglia” (in comunità, affido, o casa-famiglia”).

Per info e iscrizioni: agevolandorimini@gmail.com

Sostieni Agevolando Rimini su www.eticarim.it

Abbiamo bisogno di TE!
Dona in modo semplice e sicuro con carta di credito, bonifico o paypal sul sito:
www.eticarim.it
Cerca il progetto: “18 anni è bello ma complicato!”

Con il vostro sostegno potrete contribuire all’inserimento nel mondo del lavoro di un ragazzo cresciuto “fuori famiglia”; in comunità, casa-famiglia o affido.

Fino al 31 ottobre Banca Carim raddoppia ogni donazione.

E compiere 18 anni potrà essere sempre più bello e meno
complicato anche per chi è più solo!

—˃ Il link diretto per donare http://www.eticarim.it/progetti/18_anni_bello_ma_complicato_210/index.html

eticarim-agevolando

 

Muoversi per la città #lab4

Una passeggiata in giro per il centro storico della città di Rimini alla scoperta dei servizi utili ma  anche dei tanti segreti e del passato della nostra città. L’ultimo laboratorio di questo anno è stato un momento molto speciale con due “guide” d’eccezione: Valerio (Wolli) Minicucci e Silvia Gasperoni, educatori della coop. sociale “Il Millepiedi” e dell'”Ass.ne S. Zavatta Onlus“, impegnati in progetti di educativa di strada. Ci siamo appassionati alla storia della città di Rimini e in particolare alle sue origini romane ma anche alla triste ed emblematica vicenda dei tre partigiani morti per la libertà a cui è dedicata piazza Tre Martiri. Abbiamo scoperto immagini storiche di Rimini, quando anche i nostri concittadini a causa della guerra sono stati rifugiati e costretti a scappare, come tanti giovani oggi. Abbiamo imparato ad orientarci scoprendo anche alcuni luoghi importanti: a partire dal Centro Giovani “RM25” passando per lo Sportello Sociale, il CUP, il Centro Zavatta, l’Urp del Comune di Rimini, la Biblioteca Comunale, la Prefettura.

Un’esperienza molto bella e davvero da ripetere! Un grazie particolare ai giovani del progetto SPRAR – Karibu a Rimini, ospiti dell’Associazione Papa Giovanni XXIII.

Grazie anche ad Alessio, il nostro bravissimo fotografo ufficiale!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Tre anni di “Se potessi”

3annisportello

Qualche settimana fa ha festeggiato il terzo anno di attività il nostro “Sportello del Neomaggiorenne”, un servizio promosso dalla Fondazione San Giuseppe per l’Aiuto Materno e Infantile ONLUS e da Agevolando Rimini insieme ad altre realtà riminesi per fornire supporto, ascolto, informazioni e accompagnamento ai ragazzi che vivono o hanno vissuto “fuori famiglia” (in comunità, casa-famiglia o affido).
Invece che darvi dei dati o raccontarvi semplicemente questo progetto, diamo voce per celebrare questo piccolo anniversario ai diretti protagonisti.
Grazie di cuore a questo magnifico quartetto: Cristina, Julian, Ahmed, Manuel.

“Se potessi: molto più di uno sportello”

[Grazie come sempre a Riminisocial2.0 per lo spazio a disposizione]

“Sbankiamo. I miei soldi, il mio futuro” #lab3

Il terzo laboratorio di Agevolando è stato dedicato al tema della gestione del denaro: che cos’è un budget? Come risparmiare? Come si apre un conto corrente? Come si legge una busta paga? Che differenza c’è tra una carta di credito, un bancomat o una carta prepagata? Che cosa fa la banca con i miei soldi? Tante domande importanti a cui abbiamo risposto grazie a un gruppo di esperti, l’equipe del progetto “Sbankiamo” di Caritas Rimini, rappresentata da Paola, Simone e Samuele.

Il laboratorio ha previsto numerose attività pratiche e ci ha permesso di imparare di più su un tema difficile ma al tempo stesso molto importante per il nostro futuro.

Qui il sito del progetto Sbankiamo

Questo slideshow richiede JavaScript.

Venerdì 29 aprile siamo stati invitati dall’Ufficio per la pastorale sociale e del lavoro della Diocesi di Rimini a partecipare alla Veglia di preghiera in preparazione al 1°Maggio: “Giovani, lavoro e progetto di vita” alla Parrocchia di Villa Verucchio.

Ecco la bellissima testimonianza di Blerin per questa occasione:

539777_490788457623282_1619588081_n“Quando avevo 16 anni avevo già un fratello in Italia, quindi i miei genitori mi hanno chiesto se anche io volessi partire. Io venivo da una zona molto povera, nel nord dell’Albania, lì per me era impossibile trovare lavoro.
In Albania l’Italia è vista come qui viene vista l’America. I genitori ti vogliono bene, però se decidi di andare via non ti trattengono.
Ho affrontato un viaggio abbastanza difficile in nave. Sono stato 18 ore chiuso in una scatola in un camion. Non c’era nessuno che conoscessi. Sono sbarcato ad Ancona con l’intento di andare a trovare mio fratello a Brescia. In realtà però ho preso un treno e mi sono fermato a Rimini, così, per caso. Io non parlavo l’italiano, mi sentivo come perso, non avevo neanche il cellulare. Era un brutto momento. Quindi ho sentito uno che parlava albanese e gli ho chiesto di darmi una mano.
Questa persona mi ha portato in questura. Io avevo un po’ paura ma lì le persone mi hanno trattato molto bene, mi hanno anche portato da mangiare, sono stati molto gentili.
Dalla questura mi hanno portato ad Amarkord, la casa di pronta accoglienza della provincia di Rimini, dove mi hanno accolto due educatori: Federica e Jimmy. Ricordo Jimmy che mi chiedeva se fumassi e quando gli rispondevo di no, mi diceva: “bravo, bravo!”.
Nei giorni seguenti mi hanno chiesto cosa avrei voluto fare e ho deciso di andare a scuola e fare l’idraulico. Mi hanno iscritto a un corso di formazione professionale al Centro Zavatta di Rimini e ho avuto anche l’opportunità di frequentare dei corsi di italiano per imparare la lingua.

Continua a leggere